UBP: nei prossimi mesi prezzo dell’oro stabile intorno a 1300 dollari

I prezzi dell’oro sono stati sostenuti da una domanda di beni rifugio. La disputa tariffaria ancora irrisolta tra Stati Uniti e Cina e il suo impatto negativo sulla crescita globale è uno dei fattori che concorrono a rendere gli investitori nervosi. L’elevata volatilità dei mercati azionari è un altro fattore. La confusione suscitata dalla Brexit e i lunghi disordini sociali in Francia si aggiungono all’incertezza. Infine, anche l’intenzione della Fed di rallentare il ritmo della sua politica di normalizzazione per l’anno in risposta ai dati macroeconomici e ai segnali dei mercati finanziari ha contribuito ad aumentare l’attrattiva dell’oro.

L’abbassamento delle prospettive di crescita globale da parte del Fmi per il 2019 per la seconda volta in tre mesi riflette il rallentamento che sta iniziando a farsi sentire in tutto il mondo. La nuova previsione è del 3,5%, in calo rispetto alla precedente…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer