Ue: Commissione propone estensione Framework aiuti di Stato


Oggi la Commissione europea ha presentato agli Stati membri la proposta di estendere ulteriormente la portata del Framework provvisorio sugli aiuti di Stato adottato il 19 marzo 2020, per sostenere l’economia nel contesto dell’epidemia di coronavirus. Il quadro, modificato il 3 aprile 2020, aumenta il sostegno pubblico alla ricerca, la sperimentazione e la produzione di prodotti critici, al fine di combattere l’epidemia e proteggere i posti di lavoro.

La Commissione propone ora di estendere ulteriormente il campo di applicazione del quadro provvisorio, consentendo agli Stati membri di ricapitalizzare le imprese bisognose. Dal momento che tali interventi pubblici possono avere un impatto significativo sulla concorrenza nel mercato unico, le misure introdotte dai Governi nazionali dovrebbero rimanere strumenti di ultima istanza. Gli interventi saranno, inoltre, soggetti a chiare condizioni sull’ingresso, la remunerazione e l’uscita dello Stato dalle società interessate, a rigide disposizioni in materia di governance per limitare potenziali distorsioni della concorrenza.

Gli Stati membri hanno ora la possibilità di presentare le loro osservazioni al progetto di proposta della Commissione. La Commissione intende istituire il quadro temporaneo modificato entro la prossima settimana.

La vicepresidente della Commissione, Margrethe Vestager, responsabile della politica di concorrenza, ha dichiarato che “la priorità condivisa di fronte alla crisi del coronavirus è la protezione della salute di tutti i cittadini europei. Allo stesso tempo, le misure di emergenza mettono a dura prova molte aziende, che stanno affrontando una riduzione del loro capitale. Per questo estenderemo il quadro temporaneo degli aiuti di Stato per consentire agli Stati membri di ricapitalizzare le società quando necessario e opportuno”.

“Ci assicureremo che i contribuenti siano sufficientemente remunerati per i loro investimenti e che le società che ricevono capitale siano soggette ai controlli e alla governance per limitare possibili distorsioni della concorrenza nel mercato unico. Continuiamo a lavorare con gli Stati membri per assicurarci che l’economia europea possa resistere a questa tempesta e riprendersi ancora più forte”, ha concluso Vestager.

fux