Notizie

Ufficio a New York e incontri B2B, così il Piemonte vuole attrarre visitatori dagli States

La visita istituzionale negli States del sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, e del presidente del Piemonte, Alberto Cirio, organizzata in occasione del passaggio di consegne per i Giochi olimipici universitari, ha di fatto rappresentato un’occasione per promuovere la regione come meta turistica. Tanto che il Piemonte ha programmato una serie di incontri B2B e ha deciso di aprire un suo ufficio a New York, nella sede della società istraeliana Jvp, per tenere i legami con il mercato americano.

La finalità e ambizioso: triplicare il numero di turisti in avvicinamento dagli Stati Uniti nell’arco dei prossimi 5 anni. La crescita del turismo come settore principale per lo sviluppo economico del Piemonte e un fenomeno relativamente recente, legato principalmente ai Giochi Olimpici invernali del 2006 e poi consolidatosi nel corso degli anni. Oggi principalmente la città di Torino e le Langhe si sono affermate come destinazioni turistiche.

Il workshop “We are Piemonte”, organizzato da Visit Piemonte insieme con ENIT a Manhattan, «ha coinvolto 67 soggetti accreditati» mette in evidenza l’assessore regionale all’Internazionalizzazione Fabrizio Ricca. L’evento ha rappresentato una delle iniziative inserite nel programma di attività promozionali collaterali collegate al passaggio della bandiera dei Giochi Mondiali Universitari da Lake Placid al Piemonte, prossima sede dell’evento sportivo nel 2025, con gare a Torino, Bardonecchia, Pragelato, Torre Pellice e Pinerolo.

Nell’anno in corso, i turisti americani che hanno soggiornato in Piemonte sono stati più di 100mila, con più di 270mila pernottamenti. «Gli Stati Uniti rappresentano per il Piemonte il sesto mercato estero di provenienza e rispetto al 2019 abbiamo registrato un incremento del 4% negli arrivi e dell’11% nelle presenze – mette in rilievo l’assessore alla Cultura, Commercio e Turismo della Regione Piemonte, Vittoria Poggio. – Questo evento B2B di New York punta a rafforzare negli Stati Uniti l’immagine del Piemonte, a creare nuovi accordi economici e a consolidare quelli esistenti».

GN242969

Show More