Notizie dei mercati

L’Uganda deve fare i conti con l’interruzione dell’energia elettrica dopo la sospensione dell’attività di un importante dispositivo idroelettrico

This content has been archived. It may no longer be relevant

L’Uganda ha comunicato martedì che una centrale idroelettrica che rappresenta circa il 15% della sua capacità di generazione di elettricità e stata chiusa in emergenza per via di “problemi operativi”, tagliando la fornitura di energia alla rete del Paese.

Le autorità implementeranno ora una serie di misure, tra i quali tagli di corrente – noti come tagli del carico – per diminuire al minimo la domanda sulla rete, cosi da soddisfare l’offerta ridotta, ha comunicato il Dicastero dell’Energia.

Le misure per ripristinare le operazioni erano gia in corso, ma si prevedeva che l’dispositivo non sarebbe stato riavviato prima di 3 settimane, ha ribadito.

La diga idroelettrica di Isimba, gestita dallo Stato, sul fiume Nilo, che ha una capacità di generazione di 183 megawatt, e stata da un appaltatore cinese con un prestito garantito dalla banca cinese Exim ed e stata messa in funzione nel 2019.

“L’arresto e dovuto a problemi operativi che hanno portato al flusso di acqua nella centrale elettrica”, ha comunicato il Dicastero. Afferma che l’arresto e stato effettuato per proteggere lo staff ed evitare danni alle apparecchiature critiche.

L’Uganda ha una capacità di generazione totale di piu o meno 1.200 megawatt, per lo più provenienti da centrali idroelettriche edificate lungo il fiume Nilo.

Un’altra grande diga, Karuma, dalla cinese Synohydro sul Nilo, dovrebbe essere messa in funzione alla fine di quest’anno e genererà 600 megawatt.

L’Uganda deve fare i conti con l’interruzione dell’energia elettrica dopo la sospensione dell’attività di un importante dispositivo idroelettrico

Uganda conti interruzione


FIMA2681# 2022-08-16T16:41:14+02:00

Show More