Dow Jones

Unicredit: utile netto sottostante di 1,1 mld in 2* trim., 2 mld in 1* sem



Nel secondo trimestre dell’anno l’utile netto sottostante di Unicredit ha raggiunto 1,1 miliardi, in rialzo del 24,7 per cento trimestre su trimestre, e 2 miliardi nel primo semestre, equivalente a un Rote sottostante del 7,7 per cento nel primo semestre. La performance commerciale ha spinto i ricavi a 4,4 miliardi, con le commissioni che hanno prodotto ancora una volta un eccellente risultato, al graduale riaprirsi delle economie durante il trimestre, e con il margine d’interesse che inizia a stabilizzarsi a 2,2 miliardi.

I costi, spiega una nota, sono risultati pressoché invariati su base annua, pari a 2,5 miliardi nel secondo trimestre grazie alla continua attenzione all’efficienza e la rigorosa disciplina sui costi, con un rapporto costi/ricavi al 56,0 per cento.

Il rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale crediti lordi per il gruppo è migliorato attestandosi al 4,7 per cento. Il Cet1 ratio fully loaded è pari al 15,50 per cento, con il Cet1 Mda buffer fully loaded a 647 punti base. Il patrimonio netto tangibile attestatosi a 52,3 miliardi è in aumentodell’1,3 per cento trimestre su trimestre, principalmente grazie all’utile netto.

Le esposizioni deteriorate lorde sono state pari a 21,5 mld nel secondo trimestre (-3,9 per cento trim/trim e -9 per cento a/a), il rapporto tra crediti deteriorati netti e crediti netti si è attestato al 2,1 per cento. Il rapporto di copertura si è attestato al 57,6 per cento.

Il costo del rischio contabile si attesta a 33 punti base nel secondo trimestre grazie alla qualità dell’attivo migliore del previsto, parzialmente compensato dal quadro normativo avverso.

I ricavi totali per l’intero 2021 sono attesi in linea con la guidance precedente di circa 17,1 miliardi e costi confermati a 9,9 miliardi. La guidance del costo del rischio sottostante per l’intero anno 2021 è ora al di sotto dei 40 punti base, equivalente a rettifiche su crediti sottostanti inferiori a 1,8 miliardi. Per l’intero l’utile netto sottostante è ora atteso sopra 3 miliardi.

com/cce

Segnali:

Piano UniCredit 2022-2024: '€1,1 miliardi di ricavi netti in più per portare redditività sopra il costo del capitale'
"Per il 2022 l'Utile ... di Utile netto)". E' quanto emerge dal piano strategico di UniCredit 2022-2024 "UniCredit Unlocked" reso noto dalla banca guidata da Andrea Orcel. Si prevedono "€1,1 ...
UniCredit conferma target, prevede per il 2021 utile netto sottostante superiore a €3 miliardi
Ftse Mib. L indice italiano, con la brutta candela ribassista ad alta volatilità del 20 aprile scorso, si è allontanato dalla ex trend line rialzista di medio periodo costruita sui minimi ...
Unicredit: in 2022 dividendo 3,7 mld su 2021, cash 30% utile netto sottostante
(LaPresse) – “Per il 2022 si prevede una distribuzione di 3,7 ... cento circa dell’Utile netto sottostante e riacquisti di azioni per la parte restante”. Così Unicredit in una nota ...
Unicredit, nel 2024 utile netto sopra i 4,5 miliardi
I ricavi netti sono attesi a oltre 17 miliardi di euro a fine piano. Questi i principali obiettivi finanziari del gruppo Unicredit fissati dal nuovo ... cash pari al 30 per cento circa dell'Utile ...
Piano Unicredit, almeno 16 mld ad azionisti al 2024
Per il 2022 Unicredit prevede una distribuzione di 3,7 miliardi di euro, relativa all'esercizio 2021, composta da un dividendo cash pari al 30% circa dell'utile netto sottostante e riacquisti di ...
Unicredit punta sul digitale, ai soci 16 miliardi in 4 anni
La banca punta ad arrivare a fine piano, nel 2024, con un utile di 4,5 miliardi di euro, rispetto ai 3,3 miliardi attesi per quest'anno, e di aumentare i ricavi netti dagli oltre 16 miliardi di ...
LMM Logistics emette un minibond da 1,5 mln euro. Lo sottoscrive Unicredit
LMM Logistics, azienda specializzata sui settori alimentare, retail e grande distribuzione organizzata, ha emesso un minibond da 1,5 milioni di euro. Lo ha sottoscritto per intero Unicredit (si veda .
Al fondo Back2Bonis un nuovo apporto di utp da 124 mln euro da Iccrea Banca, CRA Binasco e un altro istituto
Amco dal canto suo agisce in qualità di master e special servicer. Grazie a quest’ultimo apporto, in aggiunta ad alcuni altri nel semestre di cui non è stata data comunicazione, il fondo ha superato ...
Mps, il Cda vara un nuovo piano con aumento capitale da 2,5 miliardi entro il 2022
Il nuovo Piano industriale Strategico 2022-2026 della banca senese prevede "una discontinuità" del modello di business per una "nuova e più snella" banca Monte dei Paschi di Siena Unicredit-Mps ...
Tim avvia la riorganizzazione del gruppo e parte in positivo con il +1,64%
Tim fa registrare oggi una partenza in terreno positivo (+1.64% a 0,46 ... l’assetto normativo di riferimento di un avanzato … “Per il 2022 l’Utile netto è previsto al di sopra di €3 ...
Prosegue la fase di rimbalzo del Dax
Lunedì nero per le borse Europee, scure del Corona Virus si abbatte sui mercati con Milano maglia neraIl Corona Virus ha già mietuto la quarta vittima in Italia di cui 3 in Lombardia.
Euro Cosmetic: revoca dalle negoziazioni delle azioni ordinarie
Il bagno di sangue continua sui mercati europei, Ftse mib vicino ai minimi del 2009Continua il Risk Off sui mercati mondiali a causa della pandemina in corso provocata dal Coronavirus, un vero e ...

Unicredit: underlying net profit of 1.1 billion in 2 quarter, 2 billion in 1 sem

In the second quarter of the year, Unicredit's underlying net profit reached 1.1 billion, up 24.7 percent quarter on quarter, and 2 billion in the first half, equivalent to an underlying Rote of 7.7 percent. in the first half of the year. Commercial performance pushed revenues to 4.4 billion, with fees once again producing an excellent result, as economies gradually reopened during the quarter, and with net interest income starting to stabilize at 2.2 billions.

Costs, explains a note, were almost unchanged on an annual basis, equal to 2.5 billion in the second quarter thanks to the continuous attention to efficiency and strict cost discipline,