Usa: Biden presenta piano da 700 mld usd per rilanciare economia


Il candidato Dem alla presidenza statunitense, Joe Biden, ha presentato un piano da 700 miliardi di dollari per rilanciare l’economia americana, con un approccio incentrato sull’America per quel che riguarda la manifattura e la creazione di posti di lavoro, lanciando una sfida diretta al presidente Usa, Donald Trump, mentre si prepara a competere per conquistare gli elettori della classe operaia a novembre.

L’agenda economica ‘Buy American’ di Biden è progettata per contrastare la piattaforma ‘America First’ di Trump attraverso quella che secondo lui sarà la più grande mobilitazione di investimenti pubblici in appalti, infrastrutture, ricerca e sviluppo dalla Seconda Guerra Mondiale.

Secondo il piano di Biden, il Governo federale spenderebbe 400 miliardi di dollari per acquisti governativi di beni e servizi con sede negli Stati Uniti per quattro anni e 300 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo per nuove tecnologie e iniziative per l’energia pulita.

“La posta in gioco non potrebbe essere più elevata”, ha dichiarato Biden, che ha parlato da Dunmore, in Pennsylvania, e ha citato i danni economici e i costi umani causati dalla pandemia di coronavirus. “Ecco perché questo non è il momento della politica divisiva. Donald Trump crede nel mettere gli americani gli uni contro gli altri. Io no”, ha affermato.

“E’ abbastanza. È tempo di invertire le priorità in questo Paese. È tempo di aiutare le piccole imprese, la gente della classe media, a farsi strada dopo la pandemia”, ha detto il candidato Dem.

La campagna per la rielezione di Trump ha lanciato ieri una nuova pubblicità televisiva attaccando il sostegno di Biden agli accordi commerciali come quello di libero scambio nordamericano e il partenariato trans-pacifico. In risposta al discorso di Biden, il portavoce della campagna di Trump, Hogan Gidley, ha dichiarato che “non abbiamo bisogno di immaginare come sarebbe un’economia Biden dal momento che gli americani sono già stati costretti a sopravvivere una volta”.

Biden ha affermato che è stato Trump a rinunciare alla promessa della sua campagna del 2016 di rivitalizzare la produzione degli Stati Uniti e riportare i lavoratori nell’America rurale. “Donald Trump ama parlare, parlare e parlare. Ma dopo tre anni e mezzo di grandi promesse, cosa hanno ottenuto gli americani da tutti i discorsi?”, ha detto.

Quando gli è stato chiesto dal Wall Street Journal come avrebbe finanziato la nuova spesa, la campagna di Biden ha detto che sarabbero aumentate le tasse sulle società e sugli americani più ricchi e verrebbero annullati i tagli delle tasse di Trump per le persone ad alto reddito.

Biden ha precedentemente pubblicato un piano fiscale che ripristinerebbe la massima aliquota dell’imposta sul reddito individuale per le persone con redditi superiori a 400.000 dollari, dal 37% della legge attuale al 39,6%, e aumenterebbe anche l’aliquota dell’imposta sulle società dal 21% al 28%.

I piani di Biden aggiungerebbero 700 miliardi di dollari di spese federali agli oltre 6.000 miliardi di dollari per i successivi 10 anni che aveva precedentemente pianificato nel corso della campagna. Ciò finanzierebbe politiche come l’ampliamento della copertura sanitaria del Governo e l’offerta di un asilo nido universale.

Nonostante Biden affermi di essere impegnato a finanziare tutti i suoi piani con aumenti delle tasse o tagli alla spesa, ha finora dato i dettagli di circa 4.000 miliardi di dollari di misure, indicando che il programma potrebbe aumentare ulteriormente il debito federale e non ha annunciato nuovi aumenti delle entrate per coprire i suoi nuovi piani di spesa.

cos