Dow Jones

Usa: nessun aiuto da repubblicani a democratici su aumento tetto debito

La maggior parte dei senatori repubblicani statunitensi ha firmato un impegno per costringere i democratici ad aumentare il tetto del debito attraverso procedure che non si basino sui voti del partito repubblicano, intensificando il braccio di ferro politico su chi è responsabile di impedire l’insolvenza agli Stati Uniti.

Il senatore repubblicano, Ron Johnson, ha dichiarato in un’intervista che circa 46 repubblicani hanno firmato una lettera che ha fatto circolare durante una rapida serie di voti sulla risoluzione di bilancio che dà il via agli sforzi dei democratici per approvare il pacchetto da 3.500 miliardi di dollari contro la povertà e sul clima voluto dal presidente Usa, Joe Biden. “Non devono aspettarsi che i repubblicani aumentino il tetto del debito per far fronte alla loro spesa in deficit”, ha detto Johnson.

La risoluzione di bilancio dei democratici non include una misura per aumentare il tetto del debito del Governo degli Stati Uniti. I Dem intendono approvare il loro piano contro la povertà e il clima attraverso un processo chiamato riconciliazione di bilancio, che richiede solo una maggioranza semplice. Al Senato, diviso 50 a 50, i democratici non hanno i 60 voti necessari per far passare un aumento del tetto del debito attraverso il processo legislativo ordinario.

Il leader della minoranza al Senato, Mitch McConnell, aveva precedentemente affermato che i democratici non avrebbero dovuto aspettarsi alcun aiuto repubblicano sul limite del debito e ha ribadito questa posizione ieri. “Questo tetto del debito coprirà tutte le misure a cui tutti noi ci siamo opposti”, ha detto in un’intervista, aggiungendo che i Dem “devono fare una cosa responsabile e aumentare il tetto del debito, perchè l’America non deve mai diventare insolvente per il suo debito”.

I democratici hanno sottolineato che i recenti disavanzi sono stati guidati anche dai tagli fiscali repubblicani del 2017, nonché dai pacchetti di sgravi bipartisan durante l’amministrazione Trump. “E’ una responsabilità condivisa”, ha detto la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, spiegando che “la nostra opinione è che il Congresso dovrebbe andare avanti come ha fatto più volte” per aumentare il limite del debito.

L’innalzamento del limite del debito non autorizza nuove spese ma consente piuttosto al dipartimento del Tesoro di emettere nuovo debito per coprire le spese che il Congresso ha già autorizzato, compresi i pagamenti agli obbligazionisti, ai beneficiari della previdenza sociale, ai veterani e ad altri.

Secondo la legge attuale, il Congressional Budget Office prevede che i deficit cumulativi di bilancio ammonteranno a 12.000 miliardi di dollari nel prossimo decennio, in gran parte a causa dell’aumento dei costi dei programmi di spesa automatici come Medicare e Social Security, nonché dei maggiori pagamenti di interessi sul debito. Anche se i legislatori non metteranno in atto una nuova legislazione finanziata dal deficit, il Governo dovrà prendere prestiti per coprire gli obblighi che il Congresso ha già autorizzato.

Il primo agosto, il limite del debito, che era stato sospeso in base a una legge del 2019, è stato ripristinato a circa 28.500 miliardi di dollari, una cifra che include il debito detenuto dal pubblico e il debito detenuto dalle agenzie governative.

Il Tesoro utilizza manovre contabili di emergenza per risparmiare denaro in modo che il Governo possa continuare a pagare i propri obblighi ma si prevede che tali misure si esauriranno in autunno. A meno che il Congresso non intervenga per sospendere nuovamente il limite del debito, il Tesoro potrebbe iniziare a non pagare i suoi obblighi e andare in default.

Un’idea che i democratici stanno prendendo in considerazione è un voto autonomo per sospendere il limite del debito, ha detto una persona che ha familiarità con la questione all’inizio di questa settimana, una mossa che potrebbe esercitare pressioni sui repubblicani affinchè sostengano la misura o rischiare di scuotere i mercati finanziari se il voto fallirà. I legislatori potrebbero anche allegare la misura a un altro disegno di legge obbligatorio, come quello per il finanziamento del Governo, per forzare la questione.

Nella lettera, i repubblicani hanno affermato che i democratici devono assumersi la responsabilità delle conseguenze della loro spesa, incluso il pacchetto di aiuti da 1.900 miliardi di dollari al coronavirus che è stato approvato dal Senato all’inizio di quest’anno senza alcun sostegno repubblicano. “I democratici, in qualsiasi momento, hanno il potere, attraverso la riconciliazione, di aumentare unilateralmente il tetto del debito, e non dovrebbero essere autorizzati a fingere il contrario”, si legge nella lettera, aggiungendo che i repubblicani non voteranno per aumentare il limite del debito.

Johnson ha affermato che l’idea della lettera è arrivata lunedì durante un pranzo tra i repubblicani del Senato, durante il quale un membro ha suggerito di scrivere una lettera sull’argomento. Johnson ne ha quindi scritta una e al pranzo di ieri ha detto che avrebbe diffuso la lettera durante il cosiddetto voto-a-rama. Un membro ha chiesto a McConnell se avrebbe firmato la lettera e lui ha risposto di sì. La sua firma è la prima a comparire sulla lettera.

Gli unici repubblicani che non hanno firmato sono i senatori Lisa Murkowski, Susan Collins, Richard Shelby e John Kennedy.

cos

(END) Dow Jones Newswires

August 11, 2021 03:11 ET (07:11 GMT)

Segnali:

[crawlomatic-scraper url=”https://www.bing.com/news/search?q=Usa: nessun aiuto da repubblicani a democratici su aumento tetto debito&go=Search&qs=n&form=QBNT&sp=-1&pq=Usa: nessun aiuto da repubblicani a democratici su aumento tetto debito&sc=0-55&sk=&cvid=43AE645BF1EC40E8AE6B41BA77F13FD0&setmkt=it-it&setlang=it-it” strip_scripts=”1″ query_type=”cssselector” query=”.algocore” remove_query_type=”cssselector” remove_query=”.source” strip_images=”1″ strip_links=”1″ cache=”0″ on_error=”nessun segnale”]

[crawlomatic-scraper url=”https://it.advfn.com/notizie/Usa-nessun-aiuto-da-repubblicani-a-democratici-su_85805030.html” query_type=”cssselector” query=”.article-headline” eq=”first” translate_to=”en” translate_source=”it” output=”text” cache=”0″]

[crawlomatic-scraper url=”https://it.advfn.com/notizie/Usa-nessun-aiuto-da-repubblicani-a-democratici-su_85805030.html” output=”html” query_type=”cssselector” query=”.article-body” translate_to=”en” translate_source=”it” limit_word_count=”100″ cache=”0″ ]

Show More