Usa: Trump offre mediazione disputa territoriale tra Cina e India


Mentre le tensioni al confine tra Cina e India aumentano, il presidente americano, Donald Trump, ha offerto di mediare una disputa che si consuma ormai da decenni.

La tensione sui confini a lungo contesi tra la Cina e l’India si è intensificata di recente dopo gli scontri tra le truppe dei due Paesi che pattugliano alcune aree militarizzate sulle montagne dell’Himalaya.

All’inizio di questo mese uno scontro, fatto di urla e spintoni, tra le rispettive truppe è stato seguito da un ulteriore dispiegamento di unità militari da entrambe le parti e da accuse reciproche di interferenza. Sia la Cina che l’India hanno espresso determinazione a difendersi da eventuali intrusioni, descrivendo la situazione come sotto controllo.

Trump ha scritto oggi su Twitter che gli Stati Uniti hanno informato entrambe le parti che gli Stati Uniti sono “disposti e in grado” di mediare la loro “disputa di frontiera attualmente in corso”.

L’inquilino della Casa Bianca ha fatto infuriare gli indiani l’anno scorso quando si è offerto di arbitrare una disputa di confine di lunga data con il Pakistan. L’India, che da tempo rifiuta il coinvolgimento della comunità internazionale nelle sue relazioni con il Pakistan, ha rapidamente rifiutato.

L’India non ha cercato il coinvolgimento di attori internazionali neanche nella gestione delle sue interazioni con la Cina e gli Stati Uniti hanno dichiarato il loro sostegno alle rivendicazioni territoriali dell’India, che invece la Cina contesta. In un briefing della scorsa settimana, il portavoce del ministero degli Esteri cinese ha descritto il problema come uno in cui Washington non ha motivo di interferire.

Negli ultimi anni, entrambe le parti hanno costruito strade e altre infrastrutture sui rispettivi lati del confine, avvicinandosi sempre più alla linea di controllo dei due eserciti. Questi sono stati spesso accompagnati da movimenti di truppe nelle rispettive aree.

La Cina e l’India, che hanno combattuto una guerra nel 1962 e da allora hanno visto le loro truppe confrontarsi occasionalmente, contestano grossi pezzi di territorio lungo il loro confine comune.

fux

Lascia un commento