Usa: Trump rinvia G7 in autunno e vuole allargarlo ad altri Paesi


Il presidente degli Stati Uniti, Donal Trump, ha dichiarato che posticiperà in autunno il prossimo G7, aggiungendo che vorrebbe invitare al vertice anche altri Paesi, come Russia, Corea del Sud, Australia e India.

Trump stava cercando di riprogrammare l’evento per tenerlo di persona a Washington a fine giugno, dopo che era stato trasformato in un incontro virtuale a causa della pandemia di coronavirus. Il presidente ha detto che il vertice potrebbe avvenire il fine settimana prima o dopo l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che dovrebbe iniziare il 15 settembre, oppure dopo le elezioni generali statunitensi a novembre.

“Non credo che il G7 rappresenti correttamente ciò che sta accadendo nel mondo. È un gruppo di Paesi molto obsoleto”, ha detto, spiegando che vorrebbe includere nella riunione quattro Paesi aggiuntivi per arrivare a un “G10 o G11”. Oltre agli Stati Uniti, il G7 comprende Francia, Giappone, Germania, Italia, Regno Unito e Canada.

Il direttore della comunicazione della Casa Bianca, Alyssa Farah, ha dichiarato che l’obiettivo dell’evento sarebbe quello di riunire gli alleati tradizionali per parlare di come affrontare il futuro della Cina.

L’incontro era stato originariamente programmato per il 10-12 giugno, ma Trump aveva suggerito che avrebbe potuto tenersi più tardi lo stesso mese se gli altri leader si fossero recati a Washington. La Casa Bianca aveva fatto inviti formali agli altri Paesi membri, considerando l’evento come un’opportunità per inviare il messaggio globale sul fatto che il mondo si stava riaprendo dopo il coronavirus.

Alcuni hanno manifestato interesse ma l’ufficio della cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha detto sabato che non avrebbe partecipato personalmente a meno che la diffusione del virus non fosse cambiata.

Trump aveva precedentemente chiesto che la Russia venisse riammessa al G7, dopo essere stata espulsa nel 2014 per l’annessione della Crimea. Gli altri leader mondiali si sono opposti alla mossa, insistendo prima su una soluzione alla crisi ucraina. In un vertice del G7 a Biarritz, in Francia, nel 2019, il tentativo di Trump di riammettere la Russia era stato respinto dopo che Francia, Germania e Regno Unito si erano opposte alla mossa. Il presidente in seguito aveva detto che non era stata presa alcuna decisione.

I leader del Canada e del Regno Unito avevano respinto il suggerimento di Trump di riammettere la Russia anche in occasione del vertice del G7 del 2018 in Quebec.

cos

Lascia un commento