Dow Jones

Vendite dettaglio: Confesercenti, passare da rimbalzo a ripresa



“Segnali di ripresa dal commercio. Le rilevazioni Istat sulle vendite di giugno tracciano un quadro positivo per il commercio al dettaglio, registrano finalmente anche la ripartenza delle vendite presso le piccole superfici. Un rimbalzo che ora bisogna trasformare in una ripresa strutturale della spesa”.

Lo afferma in una nota Confesercenti, spiegando che “il ritorno in zona bianca dell’Italia e l’allentamento delle restrizioni hanno avuto un effetto positivo in particolare per le piccole superfici, che mettono a segno una crescita del +14,8% sull’anno delle vendite non alimentari. Un valore molto superiore al +3,8% registrato dalla grande distribuzione, che però aveva iniziato a riprendersi già ad aprile e con maggiore intensità. L’aumento delle vendite coinvolge tutti i settori merceologici non alimentari, con una forte accelerazione soprattutto per vendite di Abbigliamento e Calzature (rispettivamente +24,5% e +19,2% rispetto allo scorso anno). Il recupero del commercio tradizionale non si registra invece nell’alimentare: i negozi hanno esaurito quel ruolo ‘di sostegno’ che avevano svolto durante la pandemia, e a giugno le vendite sono in rosso per il quinto mese consecutivo, anche se contenuto (-0,6%). Rallenta anche la ripresa del commercio fuori dai negozi, mentre riprende invece quella del commercio elettronico, con tassi di crescita attestati sui livelli precedenti alla crisi pandemica”.

“Un clima positivo e di ripresa dei consumi, dunque, ma la crescita è tutta da consolidare e pesano l’incertezza e le incognite legate all’andamento dei contagi, con lo spettro del ritorno alla rigidità di provvedimenti restrittivi che brucerebbe i segnali di fiducia da parte di consumatori ed imprese. Lo snodo sarà infatti il ritorno al tasso di risparmio delle famiglie sui livelli pre-crisi, questo tipo di aggiustamento non è scontato, molti dei cambiamenti nelle abitudini di consumo determinati dalla pandemia non sono infatti reversibili: la diffusione del lavoro da remoto, la ridotta mobilità legata ai timori di contagio, la crescita delle vendite on-line, sono fattori che influenzeranno i comportamenti delle famiglie”, conclude Confesercenti.

liv

(END) Dow Jones Newswires

August 04, 2021 06:28 ET (10:28 GMT)

Segnali:

Vendite al dettaglio, caro bollette e inflazione minacciano la ripresa
"Secondo il nostro studio, infatti, le vendite ... Economico Confesercenti. Il dato diffuso oggi da Istat sul commercio al dettaglio ad ottobre fotografa ancora una situazione di ripresa, ma ...
Vendite al dettaglio, caro bollette e inflazione minacciano la ripresa
(Teleborsa) - Secondo i dati Istat resi noti oggi dall'Istat, a ottobre le vendite in ... Ufficio Economico Confesercenti. Il dato diffuso oggi da Istat sul commercio al dettaglio ad ottobre fotografa ...
Confesercenti: la ripresa c’è, ma rallenta: si inizia a sentire l’effetto dell’inflazione
(Quotidiano di Ragusa) Nel trimestre agosto-ottobre 2021, in termini congiunturali, le vendite al dettaglio aumentano dell'1,4% in valore e dell'1,0% in volume. Fornito da Italpress ROMA ...
Confesercenti, Gronchi: «120 miliardi fermi da 500 giorni. Ripresa post Covid basata su export e produzione»
Nico Gronchi, presidente regionale toscano di Confesercenti ... il periodo di Natale da parte di turisti stranieri nell’ordine del 5-10% per Firenze e la Toscana. Il rimbalzo importante che ...
Istat, lo strano ottobre delle vendite al dettaglio. Nel generale recupero (+ 3,7%) male l’e-commerce bene i piccoli negozi
Bisogna considerare che l’anno scorso fu caratterizzato da ... ripresa delle vendite prosegue, ma rallenta il ritmo: è quanto fa notare Confesercenti commentando i dati sul commercio al ...
A ottobre in rialzo le vendite al dettaglio
Nel trimestre agosto-ottobre 2021, in termini congiunturali, le vendite al dettaglio aumentano dell’1,4% in valore e dell’1,0% in volume. Su base tendenziale, a ottobre 2021, le vendite al ...
Bce: Schnabel, ripresa continua, ora fase piu' debole ma rimbalzo piu' forte poi
(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 22 dic - "La ripresa continua ma a causa della recente ondata ... "Tuttavia - spiega Schnabel - prevediamo un rimbalzo piu' forte in seguito, quindi l'attivita ...
Acquisti di Natale, Confesercenti: “Ulteriori limitazioni in questo momento sarebbero davvero una sciagura”
Da opportunità ... decidano di dedicarsi agli acquisti, non passa però solo dalla viabilità, ma anche dal decoro, come sostiene Confesercenti. “La situazione dei rifiuti - precisa il ...
Il "rimbalzo tecnico" dell'economia: luci e ombre su occupazione e Cig
Aumentano le imprese attive e la produzione industriale, il volume d’affari delle costruzioni, le vendite del commercio al dettaglio ... gli esperti definiscono “rimbalzo tecnico” dopo ...
Registrato un + 7,7 percento nel trimestre luglio-settembre. Solo il 15 percento lamenta mancanza di materie prime
Dopo il brusco crollo registrato nel terzo trimestre del 2020, la manifattura ravennate spinge sull’acceleratore (+7,7%) e fa da traino alla ripresa ... rimbalzo tendenziale (+8,2%) trainato, in ...
Cina, le vendite al dettaglio deludono le attese di novembre 2021
Le vendite al dettaglio della Cina sorprendono ma… al ribasso. I dati del mese di novembre hanno infatti deluso le aspettative degli analisti, considerato che l'Ufficio Nazionale di Statistica ...
Commercio: Istat, vendite ottobre +0,1% su mese, +3,7% anno
A ottobre 2021 si stima una moderata crescita congiunturale per le vendite al dettaglio (+0,1% in valore e +0,2% in volume). Lo rileva l'Istat precisando che a determinare il segno positivo sono ...

Retail sales: Confesercenti, going from rebound to recovery

"Signs of recovery from commerce. The Istat sales figures for June trace a positive picture for the retail trade, finally recording the resumption of sales at small outlets. A rebound that now needs to be transformed into a structural recovery in spending".

This was stated in a Confesercenti note, explaining that "Italy's return to the white zone and the relaxation of restrictions have had a positive effect in particular for small areas, which recorded a growth of + 14.8% on year of non-food sales. A value much higher than the + 3.8% recorded by large retailers, which however had started to recover already in April and with greater intensity.