Via libera del Senato: ecco come funziona la nuova class action

Farsi risarcire dai grandi gruppi che forniscono servizi di pubblica utilità potrebbe essere più semplice. La nuova class action contenuta nel Ddl 844 è realtà. E potrebbe avere più successo di quella che l’Italia ha avuto finora: un’impresa non troppo difficile visto che negli ultimi anni sono pochissime le azioni collettive che hanno avuto successo, Intesa Sanpaolo e Trenord su tutte.  

Non solo clienti. Anzitutto la novità più importante: dal Codice del Consumo lo strumento ora si sposta nell’ambito del Codice Civile. In questo modo si amplia di molto la platea delle persone che possono intraprendere l’azione legale: “Prima, per poter partecipare, bisognava dimostrare di aver acquistato il prodotto o il servizio – spiega Domenico Romito, fondatore di Avvocati dei Consumatori ed esperto per Repubblica Diritti & Consumi – ora non bisognerà più essere per forza clienti per adire la…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer