Vitalizi, intesa Governo-Regioni per il taglio ai consiglieri regionali

Trovato l’accordo tra il governo e le Regioni sul taglio dei vitalizi ai consiglieri regionali. Lo hanno annunciato oggi i protagonisti della trattativa dopo l’ultimo incontro della Conferenza Stato-Regioni. «Cade l’ultimo baluardo dei privilegi, finalmente riavviciniamo le istituzioni ai cittadini con una riforma che cancellerà per sempre i vitalizi dei consiglieri regionali e consentirà di risparmiare 150 milioni di euro in 5 anni», annuncia il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro, che spiega come «l’intesa che abbiamo proposto e che è stata accolta dalle Regioni prevede, sul modello di quanto già fatto dalla Camera e dal Senato, di applicare il metodo contributivo anche ai consiglieri regionali per tutti gli assegni, diretti, indiretti e di reversibilità».

Le Regioni – ha aggiunto il ministro – approveranno entro fine maggio le leggi per applicare il taglio, in una cornice che prevede l’uniformità in questo senso da parte di tutte le legislazioni relgionali, ha confermato il rappresentante della Conferenza delle Regioni, Giovanni Toti. Soddisfazione da parte dei due azionisti principali del governo, Luigi Di Maio (che parla di «giornata storica») e Matteo Salvini («con la Lega si passa dalle parole ai fatti»).

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer