Dow Jones

Welfare: Mariotti, sosteniamo sistema integrato pubblico-privato

“Confindustria sostiene un sistema di Welfare integrato, costruito negli anni con l’iniziativa delle parti sociali che possono fare la differenza”.

Lo afferma il d.g. di Confindustria, Francesca Mariotti, intervenuta alla 2* giornata di lavori dell’Insurance Summit “Ensuring a prosperous future for people and the planet” a Villa Miani, ricordando che “l’Italia e solo al 27* posto dei Paesi Ocse” nello sviluppo delle pensioni complementare, a ragione della “scarsa attenzione da parte dei ragazzi e alla scarsa conoscente degli adulti”.

“I Fondi pensione arrecano benefici ai impiegati ma pure all’intera economia – ha spiegato l’esponente di viale dell’Astronomia -, favoriscono agli investimenti di medio-lungo termine a favore dell’economia reale”.

Perciò, secondo Confindustria, necessita “agire sul lato dell’informazione, della conoscente e della sensibilizzazione e introdurre procedure di silenzio-assenso”. “Pure il fisco puo fare la sua parte”, per Mariotti, seppur “la tassazione e l’ultimo anello, che deve essere ben calibrato per rendere attrattiva la scelta e la destinazione da parte dei impiegati. Su questo si gioca la competitività dei fondi pensione”.

Per quanto riguarda la salute, rimessa al centro della discussione dala epidemia, “e necessaria e urgente una riingegnerizzazione e messa in efficienza della sanità pubblica e di quella integrativa per superare la logica della contrapposizione tra pubblico e privato e lavorare insieme in modo modo sinergico”. “Le persone domandano servizi personalizzati e di migliore qualità”, ha messo in evidenza Mariotti, sebbene “la spesa sanitaria nel 2021 e a 129 mld, il 7,3% Prodotto interno lordo (PIL), e con la Nadef scenderà al 6% nei prossimi 4/5 anni”.

gug

(END) Dow Jones Newswires

October 19, 2021 05:31 ET (09:31 GMT)