Astaldi: nulla di strano in clausola ponte Bosforo per consorzio aumento

24

“La clausola non prevede la vendita del terzo ponte sul Bosforo, ma che la società riceva un’offerta vincolante” per l’asset “il cui importo sia soddisfacente per le banche. Non c’e’ un importo specifico. Non c’e’ nulla di inusuale” in questa clausola, “ci sono sempre delle condizioni sospensive. Direi che non c’e’ nulla di strano, nulla di inusuale”.

Lo ha dichiarato il presidente di Astaldi, Paolo Astaldi, rispondendo alla domanda di un analista fatta in occasione della conference call del business plan 2018-2022. La creazione di un consorzio di garanzia per l’aumento di capitale da 300 milioni di Astaldi ha infatti una clausola sospensiva legata al ricevimento di un’offerta vincolante soddisfacente per la concessione sul terzo ponte sul Bosforo. Il gruppo Ihi ha condizionato il suo impegno di entrare nell’azionariato di Astaldi alla realizzazione dell’aumento di capitale.

sda

susanna.scotto@mfdowjones.it

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Astaldi: nulla di strano in clausola ponte Bosforo per consorzio aumento è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.



  • CONDIVIDI