Intesa Sanpaolo: da Cda ok a piani incentivazione a lungo termine

109

Il Cda di Intesa Sanpaolo ha deliberato di avviare i Piani di incentivazione a lungo termine, basati su strumenti finanziari, approvati dall’assemblea del 27 aprile.

Il Board, si legge in una nota, ha in particolare deliberato di esercitare la delega conferita dalla predetta assemblea per un aumento di capitale, a favore dei dipendenti del gruppo, funzionale all’attuazione del Piano di Incentivazione a Lungo Termine 2018-2021 LECOIP 2.0: a titolo gratuito per un importo massimo di 400 mln di euro (inclusivo del sovrapprezzo), con emissione di massime 170.000.000 azioni ordinarie Intesa Sanpaolo. A pagamento – con esclusione del diritto d’opzione – per un importo massimo (inclusivo del sovrapprezzo), al netto di uno sconto di emissione, di 1.200.000.000 euro, con emissione di massime numero 555.000.000 azioni ordinarie Intesa Sanpaolo e applicando uno sconto massimo del 18,5% sul prezzo di mercato del titolo calcolato come la media dei prezzi osservati nei 30 giorni precedenti alla data di

emissione.

L’avvio dei Piani di incentivazione a lungo termine 2018-2021, e quindi anche dell’aumento di capitale al servizio del Piano LECOIP 2.0, è previsto per l’11 luglio. A seguito della delibera del Consiglio riguardante il Piano di incentivazione a lungo termine 2018-2021 POP, Intesa Sanpaolo oggi ha firmato con J.P. Morgan un accordo di accollo liberatorio, con cui trasferisce a J.P. Morgan l’obbligo di consegna ai dipendenti del Gruppo Intesa Sanpaolo delle eventuali azioni ordinarie che saranno dovute alla scadenza delle opzioni POP e, conseguentemente, alla controparte stessa l’assunzione di tutti i rischi di volatilità del piano.

com/cce

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Intesa Sanpaolo: da Cda ok a piani incentivazione a lungo termine è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.



  • CONDIVIDI