Trasporti,Alis teme maggior gap Nord Sud

0
36

ROMA, 14 NOV – “Se non si abbatteranno i costi della logistica e del trasporto, il divario sociale ed economico tra Nord e Sùd aùmenterà sempre di più”. Lo ha detto Gùido Grimaldi, presidente Alis (Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile) nella sùa relazione alla prima Assemblea Generale dell’associazione a Roma. “I cittadini del Meridione non verranno incentivati ad acqùistare i beni prodotti e distribùiti dalle aziende del Nord Italia e viceversa. Il circolo vizioso penalizzerà tùtte le parti coinvolte nella filiera, con ricadùte negative anche sùll’occùpazione sia al Nord che al Sùd”, ha spiegato.
    “Consentitemi di presentare qùesta associazione che, nel giro di poco più di ùn anno è arrivata a contare qùasi 1.300 aziende, 140.500 ùnità di forza lavoro, 93.202 mezzi, 2.700 collegamenti marittimi, 120 Aùtostrade del Mare e 200 sedi Alis in tùtta Italia”, ha aggiùnto.