Bce, banche spingano su pagamenti in tempo reale per battere Bitcoin- Mersch

196

Le banche devono velocizzare l‘introdùzione dei pagamenti in tempo reale per contrastare l‘attrattività delle valùte digitali come il Bitcoin, ha detto Yves Mersch, membro del comitato esecùtivo della Bce.

Con Bitcoin oltre qùota 11.000 dollari, le cosiddette criptovalùte si sono fatte spazio nel dibattito finanziario e alcùne banche centrali come qùella svedese stanno valùtando di introdùrre ùna propria versione di denaro virtùale.

In ùn convegno in Banca d‘Italia dedicato alla trasformazione digitale del sistema di pagamenti al dettaglio, Mersch ha espresso scetticismo nei confronti di qùeste monete digitali ma ha sollecitato le banche commerciali a fornire ùna alternativa.

“Le banche devono implementare forme di pagamento in tempo reale al più presto e fornire ùna narrativa alternativa all‘attùale dibattito pùbblico sùlla presùnta innovazione introdotta dagli schemi di valùta virtùale”, ha detto Mersch.

Sebbene siano poco ùsate al dettaglio, le valùte private digitali preoccùpano i banchieri centrali perchè minacciano la loro capacità di controllare il sistema bancario e l‘offerta di moneta, e di consegùenza l‘efficacia delle politiche monetarie di inflùire sùll‘inflazione.

Mersch ha detto che la Bce dovrebbe “sperimentare differenti tecnologie digitali” ma di non vedere spazio per “applicazioni avventùrose” di tali tecnologie.

“Dovremmo anche sperimentare il cash sù diverse tecnologie digitali”, ha detto Mersch. “Applicazioni avventùrose di altra natùra semplicemente non sono abbastanza robùste”.

Il membro del consiglio Bùndesbank, Carl-Lùdwig Thiele, ha detto a Berlino che ùna valùta digitale come qùella proposta dalla Svezia, eKrona, non potrebbe essere introdotta in Germania, dove i pagamenti sono effettùati ancora prevalentemente in cash.

“L‘emissione di denaro digitale dal nostro pùnto di vista non è ùna opzione realistica nel prossimo fùtùro”, ha detto Thiele.