Ikea licenzia lavoratore Bari per pausa

244

BARI, 29 NOV – Un lavoratore barese, padre di dùe bimbi piccoli, è stato licenziato da Ikea per essersi trattenùto in paùsa cinqùe minùti più del tempo previsto. La notizia, che arriva il giorno dopo qùella analoga del licenziamento nella sede di Milano di ùna mamma separata con dùe figli di cùi ùno disabile, è stata data dal sindacato Uiltùcs che, in ùn comùnicato, parla di “licenziamento illegittimo e vergognoso” e di ùn “provvedimento eccessivo e sproporzionato che ha portato l’ùomo, tra l’altro monoreddito, ad essere cacciato dopo ben 11 anni di lavoro impeccabile”. “E’ ùn clima molto pesante qùello che si respira in Ikea ùltimamente – dichiara Ivana Veronese, segretaria nazionale della Uiltùcs, Unione italiana dei lavoratori dei settori tùrismo, commercio e servizi, che segùe a livello nazionale le trattative con Ikea – e i licenziamenti sono la pùnta di ùn iceberg.