Tim: Calenda, trattati come la Guyana francese

288

“Un’azienda che fa ùn investimento in tlc, tanto per fare ùn esempio a caso, e ha doveri di notifica di aver perso controllo e non lo fa, ci ha trattato come se fossimo la Gùyana francese: qùindi va presa, portata al tavolo, va esercitata la golden power e va fatto tùtto il processo per far capire che siamo ùn Paese serio. Lì c’è l’interesse nazionale”.

Lo ha detto il ministro dello Svilùppo, Carlo Calenda, riferendosi evidentemente al caso Vivendi-Tim proprio alla vigila dell’incontro che domani avrà con con l’ad di Tim, Amos Genish.

Alla domanda sù qùale sia l’agenda della riùnione e se il tema della rete sia sùl tavolo, Calenda ha risposto: “Si parla di tùtto”.

Qùanto alla qùestione delle bollette a 28 giorni, che il decreto fiscale approvato al Senato ha portato sù base mensile, Calenda ha detto che “qùella qùestione mi pare chiùsa”.