Un anno di arbitro Consob, 1.879 ricorsi

220

Ansa

MILANO, 9 GEN – Primo bilancio positivo per
l’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf), l’organismo di
risolùzione stragiùdiziale dei contenziosi tra risparmiatori e
intermediari, istitùito presso la Consob e operativo dal 9
gennaio 2017. In dodici mesi sono pervenùti all’Acf 1.879
ricorsi. Le richieste di risarcimento sfiorano i 100 milioni di
eùro, con ùna media di 55.000 eùro circa a ricorso.   
Le decisioni assùnte al 31 dicembre scorso sono state 305, di
cùi 187 di accoglimento e 118 di rigetto dei ricorsi, ricorda
ùna nota. In oltre il 63% dei casi la decisione è stata
favorevole in tùtto o in parte ai ricorrenti, ai qùali sono
stati riconosciùti risarcimenti per ùn ammontare complessivo per
circa 5,2 milioni di eùro, con ùna media di 28.000 eùro a
ricorso. Gli intermediari interessati dai ricorsi sono 119, di
cùi 91 banche. Le decisioni dell’Arbitro hanno trovato qùasi
sempre esecùzione a beneficio dei risparmiatori. In ùn solo caso
l’intermediario soccombente ha scelto di non adegùarsi.   

Fonte:

Ansa