Banche: arginati i flussi di Npl (Mi.Fi.)

107

La ripresa economica e il miglioramento della situazione finanziaria delle imprese sta rendendo le aziende italiane sempre più in grado di restituire i prestiti alle banche. Di conseguenza è minore il flusso di nuovi crediti deteriorati nei bilanci degli istituti di credito, che nel frattempo stanno lavorando (con cessioni e gestione interna) anche per ridurre gli stock di non performing loan esistenti. Questo scenario emerge nell’ultimo outlook di Abi e Cerved sulle sofferenze delle imprese.

Secondo l’analisi, scrive Milano Finanza, il tasso di deterioramento per le imprese (ovvero il numero di nuove posizioni deteriorate in rapporto al totale in bonis) ha continuato a ridursi nel 2017 tornando a livelli vicini a quelli pre-crisi.

Il tasso ha toccato a settembre 2017 il 2,6%, in calo rispetto al 4% del 2016 e al massimo di fine 2013 (9,8%). È già sotto i livelli pre-crisi il tasso di deterioramento per il totale dei prestiti a imprese e famiglie, arrivato all’1,7%, lontano dal 6% raggiunto al picco della recessione.

red/lab

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Banche: arginati i flussi di Npl (Mi.Fi.) è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.