Bce: Draghi, crescita più forte di quanto previsto

113

“L’economia dell’Eurozona è in una fase di espansione

robusta”, con “una crescita superiore a quanto stimato in precedenza”, nonché “distribuita nella maniera più paritaria a livello settoriale e geografico da dopo la crisi finanziaria”.

Lo ha affermato il presidente della Banca centrale europea, Mario

Draghi, in occasione di un discorso tenuto al Commissione per gli Affari economici e monetari del Parlamento europeo.

“Secondo gli ultimi dati, l’economia dell’area euro è cresciuta del 2,5% nel 2017, rispecchiando il trend positivo dei consumi e degli investimenti privati interni”, ha aggiunto il numero uno dell’Istituto.

“Questi sviluppi positivi sono stati determinati e supportati dalle misure di politica monetaria della Bce, che hanno significativamente facilitato le condizioni di finanziamento per le famiglie e per le aziende, anche per quanto riguarda le piccole e medie imprese”, ha evidenziato Draghi.

“Considerando tutte le misure adottate tra metà 2014 e ottobre 2017, l’impatto complessivo sull’espansione economica e sull’inflazione è stimato essere, in entrambi i casi, attorno agli 1,9 punti percentuali per il periodo tra il 2016 e il 2020”, ha puntualizzato il capo dell’autorità monetaria europea. “Le nostre misure hanno messo l’economia dell’Eurozona su un percorso di solida crescita, guidata da dinamiche domestiche endogene e quindi più resiliente a potenziali rallentamenti nella domanda globale”.

fpc

francesco.pucci@mfdowjones.it

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Bce: Draghi, crescita più forte di quanto previsto è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.