Diritti Tv: allo studio asse Mediapro-Mediaset Premium (MF)

93

Da un lato c’è un soggetto che, per massimizzare il proprio investimento (1,05 miliardi l’anno per il periodo 2018-2021), pianifica un progetto pluriennale che faccia perno su una infrastruttura come un canale tematico o una piattaforma distributiva multichannel. Dall’altro c’è un broadcaster che ha deciso di sterzare drasticamente sul business della pay tv e di aprirsi a partner internazionali.

Se si mettono insieme queste due posizioni, scrive MF, non soprende che da Mediapro e Mediaset giungano segnali di una convergenza. Nell’ultimo mese, sull’asse Barcellona-Cologno Monzese, i vertici delle due società si sono incontrati quattro volte. Sul tavolo, oltre alla valorizzazione dei diritti tv del calcio di Serie A, c’è qualcosa di più. Perché secondo quanto appreso da MF-Milano Finanza, i due gruppi stanno valutando un’altra opzione, molto più strategica. Se al momento non è in gioco il futuro di Premium, che difficilmente potrebbe finire nel perimetro di Mediapro potendo quest’ultima operare in Italia, per ora, solo come intermediario, è più logico che le parti stiano lavorando a un’operazione di natura commerciale e distributiva.

red/lus

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Diritti Tv: allo studio asse Mediapro-Mediaset Premium (MF) è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.