State Street: crescita fiducia investitori a marzo

108

L’indice di fiducia degli investitori (Ici), elaborato da State Street Corporation, si è attestato a 111,9 punti a marzo a livello globale, con una crescita di 4,8 punti rispetto ai 107,1 del mese precedente.

La propensione al rischio degli operatori di mercato è aumentata in tutte le regioni sotto esame, con l’Ici statunitense che è salito di 5,8 punti a 109,8, quello europeo che è aumentato di 1,6 punti a quota 102,1, mentre quello asiatico ha registrato un incremento di 1,3 punti, attestandosi a 109,6.

“Dopo un febbraio volatile, sembra che gli investitori istituzionali a marzo abbiano adottato nuovamente un atteggiamento più propenso al rischio e l’Ici ha riportato un incremento in tutte le regioni monitorate”, ha affermato Kenneth Froot, economista di State Street Associates. “Tuttavia, l’aumento delle posizioni protezionistiche e dei timori legati a una eventuale guerra commerciale potrebbe influire negativamente sulla fiducia”.

“Nonostante questo mese l’Ici a livello mondiale abbia riportato una crescita, sarà interessante vedere se l’inasprimento della politica monetaria da parte della Federal Reserve e il recente stress del mercato monetario avranno un impatto sul sentiment degli operatori”, ha aggiunto Rajeev Bhargava, managing director e responsabile Investor Behavior Research della società.

fpc

francesco.pucci@mfdowjones.it

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


State Street: crescita fiducia investitori a marzo è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.