Salvini a Radio 24: «Legge sul conflitto di interessi non sia contro qualcuno»

4

«Non sono contrario in linea di principio» alla legge sul conflitto di interessi «basta che non sia contro qualcuno o contro qualcosa basta che non sia contro qualcuno o contro qualcosa in particolare». Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, ospite di Radio 24. «Vediamo la proposta dei 5 Stelle, è giusto limitare certe sovrapposizioni ma se mi si chiede se è un’emergenza nazionale, dico no. Ovunque mi chiedono d andare avanti con riduzione delle tasse e tagliare la burocrazia». In ogni caso «fatemi leggere cosa c’è scritto» nella proposta di legge ma quanto alle limitazioni al coinvolgimento in politica per gli imprenditori, «se non ci fossero gli imprenditori, l’Italia non sarebbe il secondo Paese industriale d’Europa. Ci entrano tuti in politica, magistrati, avvocati, medici operai, giornalisti. Non si capisce perché qualcuno sì e qualcuno no».

Le Europee, ha aggiunto, sono un referendum sull’attuale classe dirigente europea e sulle regole dell’Unione. La Lega vuole modificare queste regole per consentire all’Italia di andare avanti con il cambiamento. «Per i risparmiatori truffati dalle banche abbiamo messo a bilancio 1,5 miliardi però abbiamo ancora problemi perché mancano alcuni pareri e autorizzazioni dall’Ue. Ma le pare normale che dobbiamo aspettare pareri per dare agli italiani soldi del Governo italiano?».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer