Greggio, prezzi balzano fino a oltre 4% su sospetto attacco petroliere golfo Oman

    1

    LONDRA (Reuters) – Il derivati sul greggio arrivano a rimbalzare oltre 4% dopo la notizia del presunto attacco contro due petroliere nel Golfo dell’Oman, tra l’Iran e lo stretto di Hormuz, da cui transita circa un quinto del consumo globale di petrolio.

    Le due petroliere, la ‘Front Altair’ battente bandiera delle isole Marshall e la ‘Kokuka Courageous’ battente bandiera panamense, sono state evacuate e portate in salvo, riportano delle fonti.

    Poco dopo le 12,15 il futures sul Brent risalgono di 2 dollari e 13 centesimi a 62,10 dollari il baril, dopo una punta a 62,64 dollari equivalente a un rialzo di 4,45%.

    I prezzi del greggio hanno registrato un crollo nella precedente sessione dopo l’inatteso aumento delle scorte settimanali statunitensi…
    Leggi anche altri post markets o leggi originale


    Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer