L’uomo della Bundesbank che sogna il takeover della Bce

26

Quando da adolescente partecipò al concorso per giovani scienziati “Jugend forscht” per talenti nel campo scientifico, con un esperimento sull’inquinamento dei fiumi di cui va ancora oggi fiero, Jens Weidmann era sicuro che il suo futuro sarebbe stato le scienze naturali. Ma sono altri i concorsi che in Germania hanno costellato la sua rapida carriera da economista fino alla nomina, a soli 43 anni, a presidente della Bundesbank nel maggio 2011, il più giovane Präsident nella storia della Buba.

Il suo destino era scritto piuttosto nella tesi sull’Unione monetaria del suo dottorato all’ Università di Bonn sotto la supervisione di Axel Weber, l’ex-presidente della Bundesbank famoso per aver dato bruscamente le dimissioni e in forte polemica sul Securities markets programme della Bce. Compiuti da poco 51 anni, Weidmann è in corsa per prendere il posto di Mario Draghi.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer