Banche, Abi/Cerved: in 2019 si ferma calo dei tassi di ingresso in sofferenza

8

Il calo dei tassi di ingresso in sofferenza dei prestiti concessi dalle banche, indicatore di un progressivo miglioramento della qualità del credito, si interromperà nel 2019 a causa del rallentamento dell’economia.

Lo dice il nuovo rapporto Abi-Cerved che stima i tassi di decadimento per area di attività, area geografica e classe dimensionale delle imprese per il periodo 2019-2021.

Il tasso di decadimento, cioè il flusso annuale di sofferenze al netto delle rettifiche rapportato al totale dei prestiti, è cosa diversa dal tasso di deterioramento per le società non finanziarie, che invece descrive la quota di crediti in bonis passati allo status di deteriorati (quindi che oltre alle sofferenze includono anche inadempienze probabili e crediti scaduti).

Nel 2018 i tassi di ingresso in sofferenza sono calati dando seguito al trend positivo fatto registrare nel 2017 anche se con ritmi inferiori, dice il rapporto. I…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer