Borsa: in Asia prese di beneficio

6

Prese di beneficio sulle Borse asiatiche, con gli investitori che si prendono una pausa dopo quattro settimane positive alleggerendo le esposizioni azionarie a favore dei Treasury, i cui rendimenti scendono ai minimi dal novembre 2016, e dell’oro.

Svanito l’effetto propulsivo della tregua tra Usa e Cina sui dazi, i mercati guardano con speranze alle nomine annunciate per la Bce, dove Christine Lagarde prenderà il posto di Mario Draghi, e per la Fed, nel cui board il presidente Usa Donald Trump inserirà Christopher Waller e Judy Shelton, considerati ‘colombe’ in tema di tassi.

Nonostante i nuovi massimi toccati dall’S&P 500 a New York, Tokyo ha perso lo 0,5% e Seul, che ha rivisto al ribasso il pil 2019, l’1,2%

In calo anche Hong Kong (-0,3%), Shanghai (-1,2%) e Shenzhen (-1,5%) mentre Sydney ha chiuso positiva (+0,49%)

Molti i dati macro attesi oggi negli Usa: sussidi di disoccupazione, bilancia commerciale, indice Ism non manifatturiero, scorte di greggio e ordinativi di fabbrica e di beni durevoli

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer