Monetario, brevissimi poco lontani da riferimento depositi, si ragiona su parole Draghi

22

La parte brevissima della curva dei tassi sul mercato interbancario viaggia un paio di centesimi al di sopra del riferimento Bce sui depositi marginali, con operatori e analisti ancora in fase di elaborazione delle parole di Mario Draghi ieri.

Francoforte ha optato per una conferma dei tassi, aprendo però in maniera ancora più esplicita — rispetto al famoso intervento di Sintra — alle possibilità di misure di stimolo aggiuntive quali un ‘tiering’ del tasso sui depositi e un nuovo programma di acquisti QE.

La reazione del mercato alle parole del numero uno Bce è stata tutto sommato confusa, con un primo momento di entusiasmo — vale a dire una discesa dei rendimenti — seguito da una marcata correzione.

Tornando ai fondamentali, comunque, il tono di Draghi resta assolutamente ‘dovish’. Si parla di un quadro macro in progressivo e continuo deterioramento dunque il messaggio è inequivocabile: si va verso un taglio dei…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer