Prezzi del greggio in rialzo oltre 2%, pesa sequestro Iran di petroliera britannnica

    20

    LONDRA (Reuters) – I prezzi del greggio salgono oltre il 2% sui timori che il sequestro iraniano della petroliera inglese di settimana scorsa possa portare a delle interruzioni nell’offerta proveniente dal Golfo.

    I futures sul Brent attorno alle 11,10 salgono di 1,2 dollari a 63,67 dollari al barile mentre quelli sul greggio Usa si apprezzano di 1,05 dollari a 56,68 dollari al barile.

    Le tensioni attorno alla questione iraniana “hanno probabilmente contribuito al già solido premio di rischio geopolitico” ha scritto Jbc Energy in una nota.

    A contenere i guadagni le notizie in arrivo dal giacimento libico di Sharara, il maggiore del Paese africano, che ha ripreso la produzione, a regime dimezzato, dopo che venerdì era stato chiuso provocando una perdita in uscita di 290,000 barili al giorno.
    Leggi anche altri post markets o leggi originale


    Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer