Telefonia, scontro tra Agcom e operatori sui rimborsi per le tariffe 28 giorni

14

Scoppia il caso sulle modalità con cui gli utenti hanno diritto a ricevere i rimborsi previsti dal caso tariffe 28 giorni e confermati – per ora solo su Wind 3, Fastweb e Vodafone ma a breve probabilmente anche con Tim – dalla sentenza del Consiglio di Stato della scorsa settimana.

Tutti gli operatori telefonici si stanno opponendo a dare questi rimborsi in modo automatico: vorrebbero riconoscerli solo a chi li richiede (in certi casi persino con lunghe procedure di conciliazione) rifiutando le misure compensative alternative da loro previste. Non è di questo avviso però Agcom – l’Authority che ha stabilito il diritto al rimborso – che, a quanto risulta a Repubblica, ha quindi scritto a tutti gli operatori nei giorni scorsi ribadendo il fatto che i rimborsi devono essere automatici. Ossia ci devono essere anche se gli utenti non li richiedono.

È l’ultima – estrema, potremmo dire – linea di…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer