Banche, rimborsi risparmiatori: associazioni lamentano il malfunzionamento del sito. Chiesto intervento del governo

15

“Il sito va in blocco continuamente”, “Ci dispiace, c’è stato un problema”. “Solo lunedì abbiamo ricevuto 1000 email e 500 telefonate” dice Luigi Ugone, presidente dell’associazione veneta ‘Noi che credevamo nella Banca Popolare di Vicenza’, una delle testimonianze raccolte da Repubblica che lamentano il malfunzionamento del sito dedicato alla richiesta di rimborsi per i risparmiatori azzerati dai crac bancari.

Lo scorso 22 agosto è stato reso noto che il portale telematico per l’invio delle domande era attivo. Oltre a problemi di accesso al sito, le associazioni denunciano anche altre questioni. Barbara Venuti, vicepresidente dell’associazione friulana ‘Consumatori Attivi’ lamenta in particolare come “le domande in sospeso sono ancora tante: per esempio in molti casi è prevista l’autocertificazione, ma la firma va autenticata. Da chi?” – continua Venuti. “Da un notaio, aumentando i costi…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer