Governo: Cerchiai; concessione? Conciliare pubblico e privato (Stampa)

6

Clicca qui per i Grafici di Atlantia

“Innanzitutto auspico una soluzione rapida della crisi, anche perché l’Italia ha bisogno di offrire certezze agli interlocutori istituzionali europei e internazionali, agli investitori e ai mercati finanziari”.

Risponde così il presidente di Atlantia, Fabio Cerchiai, intervistato da “La Stampa”, alla domanda se con la crisi di Governo salta anche il ritiro della concessione autostradale preannunciata dai Cinque Stelle dopo il crollo del Ponte Morandi. “Nel nostro campo oggi c’è molto da fare e questo richiede collaborazione e dialogo tra la nostra società e il Governo, qualunque Governo sia – aggiunge -. Noi, dopo l’acquisizione di Abertis, siamo in assoluto il primo player al mondo nel campo della gestione delle infrastrutture. Siamo attivi in 16 Paesi, per cui siamo partner naturali di ogni tipo di Governo a prescindere dall’ideologia politica che possa contraddistinguerlo, nella convinzione che l’interesse pubblico possa essere felicemente conciliato con l’interesse privato”.

“Genova e la tragedia del Ponte Morandi in quest’ultimo anno sono stati il nostro pensiero e la nostra preoccupazione quotidiana. Da allora tutto questo tempo è trascorso con un ricordo quotidiano dell’evento: non c’è giorno che non ci pensiamo e che non pensiamo a cosa poter fare di utile”, sottolinea Cerchiai nel giorno della commemorazione.

gug

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer