Puglia, allarme Coldiretti: “Attenti al pesce, sulle tavole 8 su 10 arrivano dall’estero”

5

Con il fermo pesca che ha bloccato le attività della flotta italiana lungo l’Adriatico fino al 27 agosto, in un Paese come l’Italia che importa dall’estero otto pesci su dieci, aumenta il rischio di ritrovarsi nel piatto per grigliate e fritture prodotto straniero o congelato. E’ l’allarme lanciato da Coldiretti Puglia, in occasione dell’arrivo al porto di Bari della nave Fish Frey7, battente bandiera turca, carica di 358 tonnellate di pesce proveniente dall’Algeria.

“Il settore soffre la concorrenza sleale del prodotto importato dall’estero e spacciato come italiano, soprattutto nella ristorazione, grazie all’assenza dell’obbligo di etichettatura dell’origine. Ciò ha determinato negli anni in Puglia un crollo della produzione, la perdita di oltre un terzo delle imprese e di 18.000 posti di lavoro, con un contestuale aumento delle importazioni dal 27% al 33%”, denuncia Savino Muraglia, presidente…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer