Recessione, il commercio spaventa più della curva dei rendimenti

4

New York – Potrebbe essere battezzato l’asse della paura. Corre dagli Stati Uniti alla Cina, dalla Gran Bretagna all’Argentina, dalla Germania fino all’Italia. Un asse globale che stringe d’assedio l’economia globalizzata. E che ruota attorno al simbolo stesso di questa globalizzazione e adesso della nuova paura: il commercio.

Il sonoro scricchiolare dell’interscambio nella morsa d’una ragnatela di tensioni bilaterali, quelle tensioni che stanno frantumando sia regole sia intese informali sul palcoscenico internazionale, si fa sentire oggi su una congiuntura economica già in probabile rallentamento fisiologico. Solleva spettri di crisi e crack in grado d…
Leggi anche altri post su Economia Mondo o leggi originale
Recessione, il commercio spaventa più della curva dei rendimenti


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer