Salvini apre a taglio parlamentari e voto subito, ma viene sconfitto in aula

4

“Tagliamo i parlamentari la settimana prossima e poi andiamo subito al voto”. Il leader della Lega Matteo Salvini sorprende tutti nel suo discorso all’aula del Senato porgendo il ramoscello d’ulivo agli ormai ex alleati del M5S per cercare di trovare una sponda nella richiesta di elezioni anticipate il prima possibile.

Mossa che non ha cambiato le previsioni della vigilia sul voto dei senatori relativo al calendario dei lavori. Il centrodestra ha chiesto di calendarizzare subito la mozione di sfiducia al premier Conte; di contro Pd e Cinque stelle, ma anche LeU e Autonomie, hanno votato compatti per spostare a martedì 20 alle ore 15 le comunicazioni del premier, che Conte ripeterà poi alla Camera il 21.

L’apertura di Salvini al taglio di 345 parlamentari ha comunque sparigliato le…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer