Uk: Johnson incontrerà quattro leader mondiali al summit G7

14

Il primo ministro britannico, Boris Johnson, terrà degli incontri faccia a faccia con quattro leader mondiali, oggi, mentre il summit del G7 a Biarritz volge al termine.

I colloqui si terranno con il suo omologo australiano, Scott Morrison, con il primo ministro giapponese, Shinzo Abe, con il presidente d’Egitto, Abdel Fattah el Sisi, e con il primo ministro italiano uscente, Giuseppe Conte.

Il problema degli incendi in Amazzonia sarà al centro delle discussioni. I leader discuteranno il modo migliore per proteggere l’ambiente, con Johnson che destinerà 10 milioni di sterline per prevenire la distruzione della foresta pluviale. Il finanziamento mira a proteggere e ripristinare l’habitat. Il primo ministro ha esortato le sue controparti a intensificare gli sforzi per salvare le specie in via di estinzione.

Johnson ha affermato che “nel corso di una settimana in cui tutti siamo rimasti a guardare, inorriditi, mentre la foresta pluviale amazzonica bruciava davanti ai nostri occhi, non possiamo sfuggire alla realtà del danno che stiamo infliggendo al mondo naturale”.

“Non possiamo impedire che avvengano cambiamenti climatici senza proteggere l’ambiente naturale e non possiamo ripristinare la natura globale senza affrontarli”, ha proseguito il premier britannico.

Il Segretario al Commercio internazionale ombra britannico, Barry Gardiner, ha sottolineato che 10 milioni di sterline sono un “contributo imbarazzante”.

Il presidente francese, Emmanuel Macron, che ha ospitato il vertice del G7, ha dichiarato che i leader delle principali Nazioni industrializzate del mondo – Stati Uniti, Giappone, Germania, Italia, Canada, Francia e Regno Unito – stanno per concludere un accordo su un aiuto “tecnico e finanziario” destinato ai Paesi interessati.

Per quanto riguarda altri sviluppi del G7, la Casa Bianca ha riferito che il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, era sorpreso del fatto che il ministro degli Esteri iraniano, Javad Zarif, fosse stato invitato al summit.

Alcuni funzionari francesi hanno affermato che la visita non programmata mirava a ridurre le tensioni tra Iran e Stati Uniti a seguito dell’imposizione di sanzioni a Teheran, dopo che gli Usa i sono ritirati dall’accordo nucleare del 2015 e il sequestro di due petroliere.

Nel frattempo, Johnson ha detto a Sky News che le possibilità di una Brexit senza accordo stanno “migliorando” a seguito della proposta di 39 miliardi di sterline per la Brexit e la questione del backstop irlandese giunta a Bruxelles.

Il premier britannico, parlando con Beth Rigby di Sky, ha sostenuto che esiste una “possibilità ragionevole” sul fatto che il Regno Unito lascerà l’Ue entro il 31 ottobre con un accordo. Tuttavia, il premier ha ribadito la sua posizione secondo cui l’accordo esistente del Regno Unito è “morto”.

Johnson, successivamente, ha detto ai reporter che Trump è “molto entusiasta” sulla possibilità di concludere un accordo commerciale tra Stati Uniti e Regno Unito. Ieri, il primo ministro Uk e il presidente Usa hanno tenuto il loro primo incontro formale e Trump ha elogiato Johnson sottolineando che fosse “la persona adatta a questo lavoro”, ovvero quello di garantire la Brexit.

vdc

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer