Conte promette un’Italia “smart nation”. Ecco tutti i problemi dell’agenda digitale

8

Il premier Giuseppe Conte ha messo il digitale e l’innovazione in una posizione rilevante nel suo discorso per la fiducia e la reazione di esperti e addetti ai lavori è stata unanime; riassumibile con un “bene, era ora; ma ora acceleriamo sul percorso”. È la sintesi, per esempio, del commento di Marco Gay, presidente di Anitec-Assinform (Confindustria), che ha parlato di “segnale importante” da parte del nuovo Governo; ma ha anche detto che “bisogna adesso accelerare sulla attuazione delle misure e degli strumenti per l’innovazione, fin dalla prossima legge di bilancio”.
 

Pa digitale

Proprio di qualche giorno fa il rapporto elaborato dal think tank The European House Ambrosetti secondo cui l’Italia, nella capacità di attrarre investimenti esteri, sconta un ritardo soprattutto sul digitale. Grave in particolare lo sviluppo di una PA davvero digitale (nonostante i passi avanti fatti nell’ultimo anno…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer