Bim: Uilca; il 10/10 via a confronto, azienda riveda soluzioni inaccettabili

10

1 Mese : Da Set 2019 a Ott 2019
Clicca qui per i Grafici di Banca Intermobiliare

In Banca Intermobiliare giovedì 10 ottobre parte la procedura di confronto prevista dal Contratto nazionale del credito sulle ricadute del Piano strategico 2019-2024, approvato dal Cda lo scorso 26 settembre. “Riteniamo le soluzioni prospettate dall’azienda del tutto inaccettabili”.

Lo afferma il segretario generale aggiunto Uilca, Fulvio Furlan, in una nota chiedendo una revisione di tali politiche.

Furlan parla di soluzioni inaccettabili “per il numero di esuberi di lavoratrici e lavoratori e di chiusure di filiali e, in generale, per una impostazione concentrata unicamente sul taglio dei costi, in particolare del personale. Una logica contraria a una prospettiva industriale di sviluppo e di rilancio dell’azienda e limitata a recuperare redditività solo con la riduzione del costo del lavoro e di un terzo dei dipendenti.

Una dichiarazione di esuberi inammissibile, che prefigura un processo di licenziamenti che abbiamo sempre contestato nel settore del credito ed evitato con accordi socialmente sostenibili. Per questo il confronto in Banca Intermobiliare assume particolare rilevanza. Riteniamo quindi indispensabile che l’azienda riveda le sue posizioni e dia disponibilità a un dialogo aperto e costruttivo già dall’incontro di giovedì 10 ottobre, per poter avviare una trattativa seria, che scongiuri misure molto gravi per le lavoratrici e i lavoratori”.

com/cce

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer