Vecchia guardia Bce contro politica monetaria di Draghi

13

FRANCOFORTE (Reuters) – Sei ex banchieri della zona euro hanno criticato oggi la politica monetaria ultra accomodante della Bce sotto la presidenza di Mario Draghi, sostenendo che non abbia funzionato e che puntasse probabilmente a finanziare i governi indebitati.

In un documento di due pagine, gli ex membri del board Bce Juergen Stark e Ottmar Issing, insieme a altri ex banchieri centrali di Germania, Francia, Austria e Paesi Bassi, hanno scritto che lo stimolo aggressivo della Bce era ingiustificato, che ha contribuito a gonfiare i prezzi degli immobili e che potrebbe addirittura piantare il germe della prossima crisi.

L’attacco è arrivato in un momento di divergenze all’interno della Bce, con oltre un terzo dei banchieri che il mese scorso si è opposto a stampare altra moneta, riflettendo la radicale revisione delle politiche dell’istituzione, un tempo conservatrice, sotto la guida di Draghi.

Il memorandum è stato…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer