Brexit: da Johnson secco no a referendum indipendenza Scozia

13

Il premier britannico, Boris Johnson, ha promesso che non concederà al primo ministro scozzese, Nicola Sturgeon, i poteri di cui ha bisogno per tenere un secondo referendum sull’indipendenza della Scozia.

“Non esiste alcuna possibilità che si tenga un secondo referendum sull’indipendenza perché alle persone è stato promesso nel 2014 che si sarebbe trattato di un evento unico in una generazione e non vedo alcun motivo per cui dovremmo non rispettare questo impegno”, ha detto Johnson.

Definendo Sturgeon e il leader del partito laburista, Jeremy Corbyn, come “compagni di distruzione” per quel che riguarda la futura stabilità del Regno Unito, il premier ha dichiarato che “è perfettamente ovvio che Corbyn farà affidamento sul partito nazionalista scozzese per ottenere il potere. Per farlo ha fatto un accordo losco che prevede un secondo referendum”.

cos

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer