Legge bilancio: Moscovici, scambio di lettere solo per precisazioni

10

“Daremo un’opinione sul bilancio dell’Italia entro la fine del mese. Le discussioni con il Governo italiano sono state molto costruttive, apprezziamo che l’Esecutivo stia lavorando con trasparenza. C’è stato uno scambio di lettere ma è stato molto diverso, a livello qualitativo, rispetto a quello dell’anno scorso. Non abbiamo mai pensato di bloccare il bilancio italiano ma abbiamo avuto uno scambio di lettere per avere alcune precisazioni. Sulla base di ciò riusciremo a esprimere un’opinione ma non è in discussione la possibilità di aprire una procedura per deficit eccessivo”.

Lo ha detto il commissario europei agli Affari Economici e Finanziari, Pierre Moscovici, arrivando al vertice dell’Eurogruppo a Bruxelles.

“Siamo preoccupati per il debito pubblico italiano ed è una questione su cui continueremo a discutere nei prossimi mesi e anni. L’Italia deve essere leader nell’Eurozona e rispettare in pieno le regole europee. Spetterà al mio successore, Paolo Gentiloni, occuparsi di ciò”, ha aggiunto.

“Quello che mi interessa è che il Governo italiano sia cosciente del fatto che il posto del Paese è al cuore dell’Eurozona, che non può avere successo senza un’Italia forte. Lo spirito europeista di questo Governo e la possibilità di lavorare con il mio collega e amico Roberto Gualtieri rendono più facile lavorare con l’Italia. Voglio però congratularmi anche anche con Giovanni Tria, che è stato coraggioso in una situazione non molto facile”, ha concluso Moscovici.

cos

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer