Sull’Iraq l’ombra di Soleimani, il generale più temuto in Medio Oriente

235

Per il Mossad è forse il nemico numero uno, il personaggio più temibile dello Stato più ostile ad Israele, l’Iran. Per gli Usa, Qasem Soleimani è da tempo un potente generale a capo di una forza militare inserita, per volere dello stesso Trump, nella lista delle organizzazioni terroristiche internazionali. Per l’intelligence saudita, che ha perfino valutato la possibilità di eliminarlo, è semplicemente il diavolo. Agli occhi dei capi di Stato arabi, e non, è il “direttore” del caos mediorientale, colui che muove le fila in almeno tre teatri di guerra, promuovendo l’agenda politica e militare iraniana dall’Afghanistan al Libano.

Economia Mondo o leggi originale
Sull’Iraq l’ombra di Soleimani, il generale più temuto in Medio Oriente


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer