Notizie dei mercati

Ita: aleggia lo spettro del 2008 (MF)

MILANO (MF-DJ)–Il destino di Ita Airways e nelle mani di Mario Draghi. Con l’avvio della campagna elettorale il dicastero dell’Economia sta rapidamente mettendo a punto i tasselli che dovranno portare alla scelta tra la cordata Lufthansa-Msc e quella del fondo Usa Certares con Delta e legata ad Air France, entrata all’ultimo in partita. Ma e anche ora incerto se la scelta il governo uscente la prenderà prima di chiudere le imposte – considerandola tra gli ‘affari correnti’ secondo la definizione del provvedimento che li regola – ovvero lascerà il dossier al nuovo esecutivo.

Non si tratta di un vero rimpallo tra Mef e Palazzo Chigi circa il destino della compagnia erede dell’ex Alitalia, ma la scompiglio nata dalla caduta dell’ex banchiere centrale ha complicato le cose. E il perché e lampante. La scelta se arrivare o no alla selezione finale farà ad ogni modo discutere i partiti, Fratelli della penisola e Partito Democratico in testa, con il rischio che il futuro di Ita diventi pure un argomento elettorale, con le opposte fazioni l’una contro l’altra armate: sarebbe una ripetizione di quanto accaduto nel 2008, quando la vendita del governo Prodi di Alitalia ad Air France fu con celerità bloccata dal nuovo gabinetto guidato dal vincitore delle urne, Silvio Berlusconi.

red

MF-DJ NEWS

2708:17 lug 2022

July 27, 2022 02:17 ET (06:17 GMT)

Ita: aleggia lo spettro del 2008 (MF)

aleggia spettro


FIMA2583# 2022-07-27T08:18:02+02:00

Show More