Alessi, 80 esuberi a Omegna per la regina del design

MILANO – Il piano di rilancio di Alessi, azienda famosa per la produzione di oggetti di design per la casa, passa una drastica riduzione del costo del lavoro. La società, secondo quanto annunciato dai sindacati, avrebbe infatti previsto 80 esuberi tra i 315 dipendenti dello stabilimento di Omegna, nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola, nell’ambito del piano industriale ritenuto necessario per “affrontare le difficoltà del momento legata al mercato”.

“Il piano presentato – dicono Cgil, Cisl e Uil – parla di decisione non più rinviabile, legata all’obiettivo di garantire un futuro all’azienda e a quello che deve continuare a rappresentare per il Made in Italy. L’obiettivo del piano sono la continuità e il rilancio dell’azienda”. Alessi sta investendo su nuovi canali di vendita, su una maggior spinta verso l’internazionalizzazione e su una razionalizzazione del catalogo prodotti.
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer