Alitalia, necessari approfondimenti prima di negoziati in esclusiva

ROMA (Reuters) – Le manifestazioni di interesse per l‘acquisto di Alitalia devono essere “ulteriormente approfondite prima di poter procedere ad una negoziazione in esclusiva”.

Lo si legge in un comunicato dei ministeri dei Trasporti e dello Sviluppo al termine dell‘incontro di oggi tra i ministri dello Sviluppo economico e dei Trasporti, Carlo Calenda e Graziano Delrio, con i commissari straordinari di Alitalia, Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari per fare il punto sul processo di vendita.

“I ministri hanno dato istruzione ai Commissari di procedere velocemente in presenza di un’offerta solida e credibile”, aggiunge la nota.

A manifestare interesse per Alitalia sono stati Lufthansa ed Easyjet; anche il fondo Usa Cerberus si è fatto avanti.

La compagnia francese Air France ha invece smentito di aver presentato un‘offerta di aquisto.

La scadenza per la cessione è fine aprile 2018 ma il governo punta a chiudere entro le elezioni politiche del 4 marzo.

I commissari hanno detto ai ministri che nel primo trimestre dell‘anno Alitalia presenterà ricavi in crescita rispetto all‘anno precedente e che il prestito ponte da 900 milioni elargito dallo Stato “non è stato sostanzialmente intaccato”.

Venerdì scorso, Lufthansa ha scritto a Calenda spiegando di ritenere necessaria una “significativa” ristrutturazione in Alitalia, che dia vita a una società più snella, prima di poter acquistare.

La mossa ha raffreddato le attese di un accordo a breve sulla compagnia italiana, messa in amministrazione controllata dal governo con la speranza di una cessione che ne eviti la liquidazione.

Alitalia ha un full time staff di 9.200 persone e 1.600 persone in cassa integrazione.

Una fonte vicina alla situazione ha detto a Reuters in novembre che i tedeschi hanno offerto 250 milioni di euro per parte della flotta e metà del personale Alitalia. L‘intenzione sarebbe di rilevare 90-100 aerei su una flotta di circa 120, mentre non ci sarebbe interesse per l‘attività di handling.

(Alberto Sisto)