Alleanza Renault – Nissan “ormai tossica”. Piano segreto per il divorzio

Alleanza Renault - Nissan “ormai tossica”. Piano segreto per il divorzio

Mercato azionario

Investing.com – Tempesta sulla storica alleanza Renault (PA:RENA) – Nissan che sembra affrontare la ‘crisi del ventesimo anno”, dopo il fallito tentativo di fusione con Fiat (MI:FCHA) degli scorsi mesi.

“Due manager senior” avrebbero affermato che l’alleanza tra la casa francese e quella giapponese sia ormai “diventata tossica”, secondo quanto scrive il Financial Times senza rivelarne i nomi.

Il giornale finanziario, inoltre, scrive che i top manager di Nissan “hanno accelerato su un piano segreto per un possibile distacco da Renault (PA:RENA), visto che la caduta di Ghosn continua a riverberarsi sui 20 anni dell’alleanza automobilistica” tra le due società.

“I piani prevedono una separazione totale nell’ingegneria e nella produzione, e cambiamenti nel consiglio d’amministrazione di Nissan”, spiega il FT, citando ‘fonti a conoscenza dei fatti’, ed è stato accelerato dopo la drammatica fuga di Ghosn dal Giappone in dicembre

Proprio lo stesso ex ad di Renault (PA:RENA) aveva accusato Nissan di lavorare contro l’intesa con Fiat (MI:FCHA), da lui promossa attraverso contatti diretti con John Elkann.

La notizia della possibile separazione sta attirando le vendite sul titolo Renault (PA:RENA) alla borsa di Parigi, con una flessione superiore al 2%.

Un italiano ai vertici di Renault (PA:RENA)

Intanto, un italiano potrebbe scalare i vertici della casa francese dopo aver abbandonato proprio Fiat (MI:FCHA). Si tratta di Luca De Meo, proveniente da Seat, ex ‘pupillo’ di Sergio Marchionne.

Dopo aver rilanciato l’Alfa Romeo con la Ypsilon e la Musa, De Meo lavorò al successo del nuovo modello della 500, acquisendo sempre più importanza come manager.

Inoltre, De Meo iniziò la propria carriera nel settore proprio in Renault (PA:RENA), per poi passare a Volkswagen (DE:VOWG), Audi e Seat come amministratore delegato.