Assicurazione casalinghe, la legge di Bilancio cambia le regole

ROMA – L’assicurazione per le casalinghe è un obbligo dal 1993, ma pochi lo rispettano, tantomeno lo Stato vigila. Si paga all’Inail e addirittura il nuovo governo ci ha messo le mani. Con l’ultima legge di Bilancio ha cambiato alcuni parametri, primo fra tutti il premio, raddoppiandolo (da 12,91 a 24 euro). Ha inserito una prestazione una tantum e ha elevato a 67 (dagli originali 65) il periodo di copertura. Le nuove norme però non sono ancora entrate in vigore. Lo saranno da giugno, quando il ministero dell’Economia e del Lavoro vareranno i decreti attuativi. Fino a oggi dunque chi vuole assicurarsi deve seguire le vecchie regole e dunque pagare il premio (di 12,91 euro) entro il 31 gennaio 2019.

Ma cosa copre la “polizza” Inail? Tutti gli incidenti che accadono a chi si occupa in modo esclusivo dei lavori…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer