Azionario Europa senza mezze misure: un 2019 eccellente o pessimo

Secondo Martin Currie (Legg Mason) a seconda dei dati macroeconomici l’azionario europeo potrà avere quattro esiti, ma prevalgono gli scenari più estremi: ecco come posizionarsi

Nonostante il recupero delle quotazioni registrato a gennaio, le valutazioni dell’azionario Europa restano molto più convenienti rispetto ad un anno fa a seguito della severa correzione sperimentata nel quarto trimestre del 2018. Tuttavia, osservando il contesto macroeconomico, le prospettive appaiono oggi più confuse rispetto all’inizio dello scorso anno al punto che, come sostiene Michael Browne, Portfolio Manager del fondo Legg Mason Martin Currie European Absolute Alpha, un trend rialzista e uno ribassista hanno le stesse probabilità di prendere forma nei prossimi mesi. Il punto critico, secondo l’esperto, è capire fino a che punto si spingerà il rallentamento dell’economia a livello globale e che tipo di implicazioni eserciterà sugli utili societari. Allo stesso modo, viceversa, nel momento in…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer